In and Out

venerdì 5 febbraio 2010

In

Lo smalto colorato. Da bambolina. Che ruba ai colori pastello, tipici dei confettini di guarnizione per torte, sfumature zuccherose, da offrire deliziosamente allo sguardo, che non gli resiste.

Out

La french manicure. L’abbiamo detto più volte e adesso lo ripetiamo, per essere sicuri che avete recepito il messaggio: il french, soprattutto quando si aggiunge ad unghie lunghe e posticce, non s’ha da fare. Arrendetevi!


Image and video hosting by TinyPic



In

Il plateau gommato. Le scarpe adesso -stivali, sandali, decollettes, ecc.- richiedono in dotazione, per affrontare le passerelle giornaliere, piante di gomma comoda, che uniscono al piacere del centimetro in più, un comfort maggiore, rispetto alle altre normodotate. Da avere assolutamente!

Out

In panchina, restano tutte le calzature che, al contrario, non sono dotate di platform capaci di slanciare la gamba e rendere la scarpa, una scultura-a-porter, piuttosto che un mezzo di vestiario. In sintesi, almeno, per questa primavera, lasciate a casa i classici stiletti e trovate un amico giocoliere con cui fare pratica: questi nuovi sandali rialzati richiedono molto, ma molto, esercizio.


Image and video hosting by TinyPic



In

Il capello libero. Dopo anni passati a passarci la piastra ogni mezz’ora e a costringerci ad intere sessioni di spazzola e phon – spesso con dubbi risultati- è arrivato il momento della testa in libertà. E non solo di pensiero, ma di look. La capigliatura si porta morbida, senza regola, senza costrizioni e ingabbiature, di gel e ferretti. Piastre addio!

Out

Va da sé, che il capello super liscio, “inamidato” e “stirato”alla perfezione, ha le ore contate. C’è nell’aria la voglia di esprimere se stessi attraverso un’autonomia della capigliatura, che comunica al vento la sua voglia di essere.

Liberate, quindi, la parte giocosa che c’è in voi e lasciate che i vostri capelli si riempiano di allegria. Buon Divertimento

Image and video hosting by TinyPic




In

Il mix’n’match. La moda ha voglia di giocare, di rompere gli schemi dell’ovvio, attraverso l’uso “sconsiderato” di fiocchi, nastri, pieghe e volant, ruches e balze.

E ancora. Fiori, frutta, stampe colorate, c’è tutto in questo magico parco dei divertimenti fashion, dove le borse si trasformano in corolle e gli abiti in quadri che raccontano spaccati di vita.


Out

L’immobilità, l’assenza di sperimentazione, l’ideale di volere rimanere sempre e comunque ancorati ad un solo ideale di bellezza possibile. Sono ormai lontani gli anni del total look dalla testa ai piedi e dell’armadio monotematico e monocorde. La nuova regola è l’assenza di regole e di misura. Prendete appunti.

Image and video hosting by TinyPic
source:google images

5 commenti:

Myriam ha detto...

sono d'accordo 'con riserva'. insomma ok al plateau, ma il classico stiletto è intramontabile e poi tra le scarpe più belle di stagione secondo me ci sono i modelli di a.wang che di plateau non hanno traccia...
per tutto il resto mi trovi concorde al 100%!

5 febbraio 2010 10:58
Amelia ha detto...

ciao iole...d'accordissimo con te sul mix and match...odio il total look e mi piace avere sempre qualcosa di "stonato" (carrie docet)
kiss
p.s. vieni a trovarmi nel mio nuovo blog http://fashionaholic-amelia.blogspot.com/

5 febbraio 2010 11:17
irene ha detto...

d'accordissimo su tutto!
anche se qualche scarpetta senza plateau la continuerò a mettere, con tutte quelle che ho... mica posso lasciarle ad ammuffire!
e poi un grande evviva per il capello selvaggio! i miei non stanno dritti nemmeno dopo 10 piastre... e al primo accenno di umido si ribellano a qualunque piega!

5 febbraio 2010 13:31
Brunhilde ha detto...

Sono un trendsetter, lo sospettavo. Perlomeno in fatto di unghie, io la french manicure l'ho sempre odiata..

5 febbraio 2010 13:45
Federica - Inside a bullet with butterfly wings ha detto...

concordo più o meno su tutto!


evviva il colore!

5 febbraio 2010 14:49

AddThis

Bookmark and Share
Related Posts with Thumbnails