Ispiration board: Garden Party

sabato 11 aprile 2009

E’ ufficiale: siamo tutti invitati a partecipare al prossimo “Garden Party” fashionista.
Gli stilisti sono stati chiari, quest’estate più che nei prati, i fiori sbocceranno sui nostri vestiti. E le pubblicità, su tutte le riviste di moda autorevoli, rappresentanti un tripudio di fiori, foglie e frutti, sono solo un assaggio.
L’intento? Farci trasformare in boccioli viventi, dai mille colori e ricchi di glamour.
Come spiegare altrimenti gli abiti e gli accessori proposti, che sembrano un tributo alla flora e alla fauna meravigliosa?
Stilizzati, macro, micro, dai colori pastello o vibranti, i fiori spuntano ovunque, colonizzando in nome del brio, ogni capo di vestiario.

Smania ecologista, voglia di mostrare il proprio pollice verde o semplicemente desiderio di colore e vivacità, c’è proprio tutto in questa rinnovato amore per la natura.

Passione che si traduce in ricami fiorati sui vestiti anni ’50, in rose di organza su borsette da signorina bene, in pinzette per capelli neo-romantici, in decorazioni per scarpe da sogno.

Un nuovo look dal sapore poetico e delicato, che unisce il gusto scanzonato per le stampe colorate dei figli dei fiori, all’allure signorile delle neo-lolite, che scelgono le fantasie fiorate per ricoprirsi di una nuova “naturale” femminilità.

E ancora. Boccioli che si mescolano tra loro, bouquet che fanno capolino su abiti lunghi e ricchi di ruches o che si alternano su foulard di seta a completare una mise, corolle che impreziosiscono sandali e acconciature.
I fiori si portano come spille appuntate sulle giacche, come gioielli con cui incorniciare il volto o arricchire il decolté o di plexiglass tramutati in polsiere neohippy.
Un total look o un dettaglio, entrambi bastano per regalare a chi li indossa un’atmosfera leggera, rilassata, da vacanza.

Non ci si fa mancare niente: petali tra i capelli come una moderna Venere del Botticelli, caftani multicolore per un safari in serra, ghirlande al posto della collana per attraversare con stile la città, adesso novello bosco metropolitano.

Una nuova idea di naturalità, dunque, che si traduce in una moda graziosa ed estrosa, da seguire con ironia, combinando tra loro i pezzi e divertendosi a giocare al “giardino incantato”.

L’unica perplessità? Il polline!
Speriamo sinceramente che con tutti questi fiori non ci venga un po’ d’allergia.

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
...bag Matthew Williamson, dress Christian Lacroix, necklace Lanvin, shoes Oscar de la Renta...

source: net-a-porter, style.com

2 commenti:

cocomademoiselle ha detto...

la collaborazione di Williamson per H&M è tutta così!!
non vedo l'ora che esploda del tutto questa primavera! il tuo post me l'ha fatta desiderare ancor d +!
bacii

11 aprile 2009 13:53
fool ha detto...

I love spring inspiration (sorry for my bad bad english)

11 aprile 2009 15:43

AddThis

Bookmark and Share
Related Posts with Thumbnails