In love

martedì 28 aprile 2009

Questa è bella.
Pare che per dimagrire gli esperti abbiano individuato una nuova e accattivante teoria. Una sorta di trucco per perdere peso senza soffrire. Il segreto? Sedersi a tavola, belli comodi comodi, e servirsi, o farsi servire, le porzioni di cibo a cui si è abituati. Tutto qua! “Dov’è l’inganno?”, vi starete chiedendo, desiderosi di mettere in pratica questa strana strategia. Semplice: l’importante è mangiare di sano gusto tutto, preoccupandosi di lasciare nel piatto un quarto del suo contenuto.
Ecco fatto!
Come spiega il prof. Lucchin – direttore del servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica dell’Azienda Sanitaria di Bolzano- “ tale quantità ‘risparmiata’ non viene quasi avvertita dal corpo e mentre riduzioni più drastiche inducono meccanismi difensivi che rallentano il metabolismo, questi piccoli tagli permettono di lasciare i ritmi inalterati, garantendoci la conseguente perdita di peso graduale”.
Tenendo conto anche del fattore psicologico, di certo fondamentale in ogni dieta che si rispetti, si dovrebbe dimagrire grazie all’illusione di mangiare sempre allo stesso modo. Un’illusione, permettetemelo, degna del Mago Silvan. Io, infatti, a questa teoria non credo molto.
E per una ragione molto semplice. Chi mi assicura che una volta dinanzi al piatto pieno di maccheroni, dopo la decima forchettata mi fermerò, lasciando lì, a navigare nella salsa al pomodoro, quelli più saporiti e fumanti? Chi mi garantisce che non blefferò sulle quantità, servendomi circa 200 grammi di spaghetti per poterne poi mangiare 100 e sentirmi a posto con la coscienza? Chi mi dice che riuscirò a frenarmi dopo la trentesima pennetta panna e prosciutto, senza pensare: “Questa è l’ultima, questa è l’ultima, questa è l’ultima”? Altro che dieta senza sacrifici, io qui il sacrificio lo vedo benissimo. Una cosa è decidere di cucinarsi una bella insalatina dietetica con un solo cucchiaio di olio, cercando di farla passate per una bella pizza, un’altra è trovarsi dinanzi una pizza gustosa e dover trattenersi dal mangiarla tutta. Qui si vede il vero spirito di rinuncia, non altrimenti. E poi è più semplice rinunciare ad ingurgitare calorie extra, “se l’occhio non vede, il cuore non duole”, o no?

Del resto, il problema fondamentale dei chili in più è legato al fatto che spesso sono associati ad una persona amante della tavola e della buona cucina, che a tavola non dovrebbe proprio sedersi, se il suo scopo fosse quello di dimagrire. Una tecnica del genere, in questi casi, potrebbe essere controproducente. Nonostante ciò, e al di là dei legittimi dubbi, in vista della bella stagione, del mare e della prova bikini, direi comunque di provarci.
A coloro che vorranno farne esperienza, va il mio sostegno.
Mi raccomando: fatemi sapere come è andata.


*************
*************

I felt in love with this studdent flat. I saw them on another blog, Bleach Black, and I couldn't get them out of my head. They're just divine!
@ Bonadrag




Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic


source: BleachBlack, bonadrag

5 commenti:

My' ha detto...

certo che se ne inventano di cose eh!!!! a me sembrerebbe proprio un peccato lasciare il cibo nel piatto...con tanta gente che muore di fame poi, o anche semplicemente quelli che stentano ad arrivare a fine mese! tanto vale cucinare quantità inferiori e un pò meno condite no?

28 aprile 2009 13:47
L'armadio del delitto ha detto...

Io cerco di mangiare sempre alla mia fame, non di più, non di meno. Smetto immediatamente di mangiare appena sono sazia (sazia, eh, non completamente morta perché con stomaco pesante) anche se sono invitata da qualcuno (infatti quando vado al sud, mi prendono in giro e le mamme dei miei amici credono che non mi piace ciò che hanno cucinato: dato dove abiti, immagino che conosci il problema!). Invece se ho ancora fame mi risservo. Questa regola vale tutti i giorni (non solo a primavera) e il risultato e che faccio una 40 dai miei 18 anni: non sono mai ingrassata ne dimagrita.

28 aprile 2009 14:39
Vali ha detto...

Diete, diete...incubussss!
Io per il momento faccio finta di nn vedere i miei kiletti di troppo e mi consolo con un bel paio di scarpe nuove...e poi i piedi non ingrassano mai, no???
bisous super iole

28 aprile 2009 17:39
selvaggia ha detto...

A me hanno insegnato che lasciale la roba nel piatto non è educato....perciò non potrei mai fare questo tipo di dieta:-)
Io faccio la zona (modificata da me) e mi trovo bene per ora.
Un bacio e buona serata!

28 aprile 2009 19:58
rossovelvet ha detto...

Ma dai, che scherzo è ?!
Io non sono mai dimagrita col cibo, ma dimagrisco a comando, anche con un minimo di sport.... e ora è da un due anni che sto sempre magra magra seppur mangiando benissimo !

In quanto alle flats rosico perché a N-Y mi sono comprata proprio quel paio di capezio ma senza studs e avrei dovuto comprarmene due, perché ora non oso 'bucarle'... studs o non studs ?

6 maggio 2009 15:24

AddThis

Bookmark and Share
Related Posts with Thumbnails